Quando si parla di sci, si tende a sottolineare la bellezza di questo sport dando per scontato che le discipline di cui si parla siano sempre le stesse. In realtà, il mondo dello sci si divide in numerose sottocategorie, ed è importante conoscerle tutte.
Che dobbiate acquistare un nuovo paio di sci, o scegliere in che disciplina cimentarvi quest’inverno, sapere in quante e quali discipline si divide questo sport può essere il vostor primo grande passo!

sci alpino

Lo sci alpino è la disciplina che viene comunemente definita: sci.
Identifica lo sci da discesa, e dagli anni ’90, con l’introduzione degli sci sciancrati (detti carving), stretti al centro e allargati sulla punta e sulla coda, lo stile di questa disciplina è andato perfezionandosi sempre più.
Sotto lo sci alpino poi, esistono diverse specialità, che si esprimono al meglio nelle competizioni ad alto livello.

le specialità dello sci alpino

Discesa Libera: la più veloce e di conseguenza il percorso più lungo, la discesa libera combina una buona dose di coraggio e estende i limiti di velocità che è possibile raggiungere con gli sci ai piedi. Richiede un durissimo allenamento, una prestanza molto importante, e un fisico il più massiccio possibile. Con la discesa libera si raggiungono i 160km/h!

Slalom Gigante: potenza, ritmo, precisione. Sono questi gli elementi che caratterizzano gli slalom in generale, e in particolare il gigante. Le porte sono parecchie, e nel gigante hanno una distanza tra loro maggiore, vista la lunghezza del percorso. Una competizione da brividi!

Super G: prima della gara non si può provare il percorso del Super G, il mix perfetto tra discesa libera e Slalom. Una competizione divertente ed ad alto livello adrenalinico, che il più delle volte regala sorprese e risultati inaspettati!

Salto: pronti a decollare? il Salto è la discesa in aria, dopo una rampa di lancio che ti butta letteralmente in cielo. Un rischio enorme e per questo il salto richiede una preparazione fisica immensa, ma che meraviglia da guardare!

Ti interessa il mondo dello sci? LEGGI ANCHE: Lo snowboard: tre consigli per iniziare

sci alpinismo

Tra le discipline più in voga degli ultimi anni, senz’altro bisogna nominare lo Sci Alpinismo! Lo sci alpinismo si pratica in montagn nei periodi di innevamento, in terreni non battuti e quindi nominati “fuoripista”. Agli sci da alpinismo vengono attaccate pelli di foca, per permettere la salita – piuttosto faticosa – da rimuovere poi nel momento della discesa. Si dice che sia il primo vero sport sciistico: solo nei primi anni del ‘900, infatti, vennero costruiti i primi impianti di risalita, permettendo allo sport di ridursi all’adrenalina della discesa.
Inoltre, negli ultimi due anni, lo Sci Alpinismo sta tornando in voga tra i più giovani, che agli assembramenti da sci alpino, preferisocno una vera e propria escursione con pelli di foca.

sci di fondo

Nella famiglia delle discipline nordiche c’è anche e in primis lo Sci di fondo. Si pratica su terreni ondulati o pianeggianti, e si differenzia dallo sci alpinismo perché non prevede salite e discese; inoltre, per lo sci di fondo si usano sci leggeri e sottili, e lo scarpone è flessibile. Potremmo vedere lo sci di fondo come un Jogging su neve. Faticoso sì, ma più escursionistico che adrenalinico.

telemark

Il telemark è in effetti, più che una disciplina, uno stile. Si tratta infatti di una variante dello sci alpino, in cui gli attacchi degli scarponi sono mobili – a mo’ di sci di fondo – e il tallone è quindi libero. Uno stile più complesso di quanto si pensi: per curvare, ad esempio, bisogna letteralmente piegarsi sulle proprie ginocchia. Inoltre, questa disciplina richiede un insieme di flessibilità, coordinazione e forza muscolare che nello sci alpino “normale” non sono necessari. Tuttavia, questo stile non è stato abbandonato, ma anzi: è un modo di concepire lo sci che da sempre appassiona e affascina sciatori da ogni dove.

freestyle

Per chiudere in bellezza, dedichiamo un paragrafo al Freestyle. Un altro modo di concepire le discipline invernali, che quindi comprende sia lo Sci che lo Snowboard. Attenzione: questa modalità di sci è altamente pericolosa e solo in seguito ad una dovuta preparazione e tecnica è possibile cimentarsi nella disciplina più scenografica che esiste. Anche detto sci acrobatico, il freestyle è lo sci coreografico. I praticanti infatti, si cimentano in salti e coreografie in aria, dopo aver percorso apposite rampe ed effettuato le dovute manovre.
Sembra quasi un sogno ad occhi aperti, ma è un vero e proprio sport, che dal 1986 fa anche ufficialmente parte delle discipline olimpiche.

Insomma, qualunque sia la vostra inclinazione, lo sci manda un messaggio chiaro: è per tutti. Basta affidarsi al maestro giusto e garantirsi una dovuta preparazione e attrezzatura. Noi abbiamo già gli scarponi ai piedi.
E voi?

Vuoi prenotare una lezione di sci? Scopri i migliori maestri QUI