Le protezioni per MTB

Le protezioni per MTB

Avvincente, spericolata, emozionante: la Montain Bike offre puro divertimento chi la pratica, soprattutto in mezzo ai sentieri di montagna. Che tu sia un esperto o alle prime armi, possedere buone protezioni per MTB è una soluzione adeguata a evitare doloranti conseguenze in caso di caduta.
I professionisti possiedono un vero e proprio kit di protezioni per MTB, mentre molte persone pensano che sia sufficiente coprirsi ginocchia e gomiti per essere al sicuro. Quando si affrontano percorsi impegnativi oppure si decide di passare a un livello più performante, arriva anche il momento di proteggersi in maniera adeguata, da capo a piedi. Una guida alla scelta delle protezioni MTB può fugare ogni dubbio su quanto sia importante pensare alla propria sicurezza e preservare la salute del vostro corpo.

Quali protezioni MTB non possono mancare?

L’elenco delle protezioni per MTB non è così scontato come si crede: ginocchiere MTB e gomitiere MTB solitamente fanno da padrone. Ma cos’altro non può mancare quando si decide di praticare questo sport?
• Il casco: non ancora obbligatorio a livello amatoriale tuttavia caldamente consigliato, questo accessorio è fondamentale per chi vuole praticare la Montain Bike in modo serio e su percorsi impegnativi. Sul mercato esistono diversi modelli, da quelli integrali a quelli aperti, e sono in grado di soddisfare le esigenze di ogni appassionato. Quando si tratta di scegliere, il grado di esperienza dello sportivo entra in gioco prepotentemente: per chi pratica XC o percorsi poco impegnativi, è possibile optare per caschi leggeri e aperti. Chi invece decide di passare al livello AM o enduro, ma anche i discesisti puri, deve pensare di acquistare un casco integrale, più adatto alla pericolosità dei percorsi. Ad ogni modo, ricordatevi di non uscire mai senza, e assicuratevi che rispetti gli standard europei di sicurezza (e possieda il marchio CE).
• Collo, il neck brace. Tra le protezioni che suggeriamo (soprattutto a chi ha un livello già avanzato) c’è in neck brace, un sistema di protezione in grado di funzionare solo con caschi integrali e che consente di ridurre il rischio di lesioni gravi al collo. Come funziona? Questo dispositivo smorza le forze che vengono scaricate sul collo in caso di caduta. È particolarmente leggero, e una volta che si incomincia a utilizzarlo è difficile farne a meno.
• Paraschiena e protezioni per il busto sono importanti, soprattutto il primo. Nella MTB, e nella disciplina gravity in particolare, i rischi per la schiena sono davvero tanti. Per proteggere il busto e la schiena in modo adeguato, adottare soluzioni specifiche è fondamentale. Il mercato è pieno di soluzioni: dal singolo paraschiena a zaino, a vere e proprie pettorine che integrano anche la protezione per le spalle; per chi vuole una via di mezzo, esistono gilet con protezioni spinali ma che escludono le spalle. Ogni soluzione va valutata in base alla disciplina scelta, considerano la pericolosità e adottando misure di protezione adeguate.
• Gomitiere MTB: sicuramente tra le più utilizzate, anche perché i gomiti rappresentano un’area delicata da proteggere, e sicuramente tra le più esposte. In commercio ormai esistono gomitiere sicure, comode e garantite. La scelta delle gomitiere MTB può essere legata anche alle discipline disputate: potrai optare per modelli lunghi, che proteggono anche l’avambraccio, oppure modelli corti che proteggono solo il gomito. Rigide o dure, con plastiche più o meno morbide, sono un elemento essenziale che non può sicuramente mancare.
• Ginocchiere MTB: insieme alle gomitiere, le ginocchiere MTB sono un altro elemento immancabile fra le protezioni da bici essenziali. L’importante è che garantiscano sicurezza e comfort nello stesso momento, che siano flessibili e non impediscano i movimenti. È molto importante valutare anche la calzata: meglio quelle che si indossano senza togliere le scarpe.
• Fianchi: in molti casi, è bene procurarsi intimo con paracolpi su cosce, fianchi e parti intime, per garantire una copertura totale anche di queste zone. Chiaramente, non devono ostacolare i movimenti di chi le indossa, ma devono garantire la giusta sicurezza per chi vuole affrontare percorsi più duri.
• Guanti e occhiali: mani e occhi sono molto esposti nella MTB. Per quel che riguarda le mani, per evitare piccole ferite a dita e nocche, un buon guanto è la soluzione ideale. Gli occhi, invece, vanno protetti non solo dal sole, ma anche da corpi estranei che potrebbero entrarvi creando problemi alla vista. Mascherine chiare, scure, occhiali dai diversi modelli: il mercato offre un’ampia gamma di scelta, per tutte le esigenze e tasche.

A ogni rider le sue protezioni

Abbiamo fatto una breve presentazione di quelli che secondo noi sono gli elementi essenziali che non possono mancare ai rider. Soprattutto se ti stai approcciando da poco a questo sport, non trascurare l’importanza di crearti un vero e proprio kit di protezioni MTB.
Se poi vuoi anche migliorare le tue performance in sella alla tua bici, ricordati che puoi sempre prenotare una lezione con i maestri di Lesson Boom! Protetto e guidato da un esperto, affronterai ogni itinerario al meglio.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *