La montagna è patria di sport, ma non è solo sci: scopriamo insieme quali attività si possono fare tra i monti del nostro paese!

1-6 marzo: nasce la settimana bianca

La settimana bianca arriva in Italia nel 1911, proprio in questi giorni: dal 1 al 6 marzo il Touring Club Italiano, un’ associazione turistica italiana fondata nel 1894, organizzò la prima “settimana invernale sulla neve”.

Viene naturale collegare la montagna, soprattutto d’inverno, alla pratica dello Sci.
Purtroppo quest’anno particolare ci ha impedito di partire per le nostre consone settimane bianche.
Ma, nonostante ciò, la montagna ci ha dimostrato la sua incredibile varietà, riportando in voga sport e attività che avevamo dimenticato, e facendoci comunque emozionare davanti alla sua immensa bellezza.

Ecco le nostre proposte di cosa fare in montagna quando non si può sciare.

Cosa fare in Montagna d’inverno quando non puoi sciare

Una cosa bisogna dirla: la montagna naturalmente (nel senso: nella sua naturalezza) offre una miriade di alternative allo sci da pista. Certo, quello sci ci manca. Ci manca e siamo anche arrabbiati.
Però, forse vale la pena guardare oltre e provare a sperimentare e reinventarsi: se c’è una cosa che quest’anno ci ha insegnato, è proprio questa.

La montagna è un luogo ideale per ricaricare le pile, ripulire i polmoni dallo smog cittadino, e ritrovare quella pace interiore che solo chi si è trovato in cima ad una montagna, o sul suo pendio, sa cosa significa.
Tra tutte queste cose bellissime, lo sport e le attività outdoor si inseriscono come perfetto filo conduttore nell’ambito della montagna. È ormai agli sgoccioli l’inverno, eppure ho – o meglio, abbiamo – ancora voglia di vivere quel che resta della montagna invernale, almeno per quest’anno.

A proposito di sport: nonostante tutto, è stato bello vedere tanta gente, e tanti giovani, cimentarsi nelle discipline più disparate, e riscoprire anche vecchi nuovi sport, che da tempo venivano messi da parte e che invece, proprio quest’anno, nel pieno buio del mondo sciistico, hanno conosciuto una nuova luce.
Ma quali sono state le discipline più praticate quest’inverno?

1. Sciare con le pelli

Lo Sci alpinismo, per gli appassionati, è la perfetta “miscela” tra i due sport più entusiasmanti della montagna: lo sci da discesa, e l’alpinismo.

A proposito di montagna, l’attività che ha è andata per la maggiore quest’anno è proprio lo sport dello Sci con le Pelli; detto così per la particolare suola che bisogna attaccare allo sci quando si sale in modalità “alpinismo”. In origine di derivazione animale (principalmente di foca), oggi le pelli da applicare sotto gli sono solitamente sintetiche.

Da un lato, hanno una superficie adesiva che si attacca bene alla soletta dello sci, e dall’altra, una superficie di pelo appunto, che permette una perfetta scorrevolezza verso l’alto, quindi in salita, senza rischiare di scivolare in senso contrario.

Le pelli sono state l’ultima moda di quest’anno. Mi direte, non che fossero una novità sul mercato, certo.

Ma proprio quest’anno, con la sua bizzarra situazione sciistica, ha permesso a tanti giovani di riscoprire lo Sci Alpinismo, con escursioni immersi nella natura, tra boschi, pendii e tanta, tanta fatica (Solo chi ci ha provato può davvero capire quanto sia tosta, sia la salita, che la discesa in neve fresca!).

2. Le ciaspole

Lo Sci Alpinismo richiede comunque un ottimo livello di preparazione fisica e tecnica. Perciò, la prima domanda che ci siamo fatti è stata: e se uno non se la sente? O se non è così bravo a sciare? O se ha figli?
Ecco quindi un’altra attività da fare in montagna in alternativa ai classici sport invernali.
Le famosissime ciaspole ci sono venuta incontro con un’ottima risposta, semplice e divertente!

La parola ciaspola è originaria del Trentino (il termine in origine era dialettale della Val di Non), ma ha alle spalle una storia lunghissima: si stima che le prima racchette da neve siano comparse addirittura nel 6.000 a.c. nelle zone dell’Asia, del Canada e dell’America settentrionale. Nel corso della storia vengono perfezionate, ma il principio rimane inestricabilmente lo stesso.

Quest’anno si ha così avuto un ulteriore “ritorno al passato” e le ciaspole, con la pratica dell’entusiasmante trekking invernale, hanno conosciuto una nuova era. Inoltre, ricordiamo che muoversi con le racchette non richiede grandi capacità fisiche o tecniche particolari.

Ed essendo pur sempre un’attività sportiva, le racchette da neve ci consentono di apprezzare un’altra dimensione della montagna. Ecco perché ci piacciono così tanto.

LEGGI ANCHE: L’importanza di saper cadere, anche sugli Sci – LessonBOOM Blog

3. Fat Bike sulla neve

Inventata ufficialmente negli anni ’80, dopo l’introduzione della Mountain Bike, la Fat Bike è letteralmente “la bici grassa”.
Questa bike dalle “ruota grosse” è ideale per i coraggiosi che voglio no provare l’emozione della pedalata sulla neve.

 La Fat Bike è di per sé una bici con copertoni di grandezza maggiorata e con le ruote a pressione minore, per consentire una tenuta migliore su terreni non proprio ideali, come appunto, la neve.
In questo modo, la Fat Bike riesce ad attraversare sentieri immersi nella neve fresca senza sprofondare.
Lo diciamo subito: questo sport non è per tutti. Pedalare sulla neve richiede una certa esperienza, preparazione e tecnica.

Con l’evoluzione dell’e-bike, anche questa disciplina ne è stata contagiata, e perciò, in realtà, anche questo sport, se accompagnato da pedalata assistita, risulta più semplice.
La Fat Bike si adatta perfettamente anche a terreni fangosi o sabbiosi, perciò il bello di questa disciplina è che è praticabile in tutte le stagioni.

4. Slittino

No, non è solo per bambini. E sì, può essere davvero molto divertente.
L’attuale stagione invernale ha visto, tra le tante novità, anche l’ampliamento delle piste da slittino.

In generale, questa è una disciplina che spesso viene collegata ai bambini che non sciano, come valida e divertente alternativa.
Ma lo slittino è molto di più: ormai dagli anni ’60 fa parte della Federazione Italiana Sport Invernali, ed è anche un seguitissimo sport olimpico.

Nato come mezzo di trasporto nei paesi nordici, e specialmente dai vichinghi, le prime testimonianze di uno slittino da competizione si hanno nel 1800 nel freddo russo di San Pietroburgo. È proprio qui che furono create le prime piste da slittino! In poco tempo, raggiunse la Svizzera, ed infine, l’Italia.
A livelli altissimi, in slittino si raggiungono anche i 140km/h.

Ma senza puntare troppo in alto, lo slittino si coniuga come attrazione per famiglie e alternativa divertente per tutti coloro che non vogliono – o non possono – sciare, ma vogliono comunque godersi il bello delle piste, nei luoghi più suggestivi della montagna.

5. Nordic Walking

La Camminata Nordica è un’escursione facile, su sentieri battuti, e con vista su paesaggi mozzafiato.
Nata nei paesi scandinavi come preparazione atletica allo sci di fondo, la Camminata Nordica si pratica sulla neve, ma non solo: un altro sport sempreverde, è praticabile anche su sentieri, strade, sull’erba, sulla spiaggia… insomma, “va dove ti portano i bastoncini”!

I bastoncini sono proprio una delle sostanziali differenze con il trekking più “classico”: mentre nel trekking la racchetta viene utilizzata come appoggio, e quindi per far meno fatica e bilanciare al meglio il nostro peso, i bastoncini della Nordic Walking vengono usati per spingere con le braccia durante la camminata. In questo modo, chi si cimenta nella Camminata Nordica coinvolge più muscoli di chi fa trekking, e brucia più calorie.

Quindi, semplicemente, i bastoncini da nordic servono a faticare di più.
Perciò, per potenziare la muscolatura, rafforzare l’equilibrio e la stabilità, la Camminata Nordica è un’attività semplice, benefica, ed ideale per neofiti.

Montagna, che passione!

Insomma, la montagna è proprio come l’essere umano. È versatile, e si adatta ai bisogni dell’ambiente circostante.
No, ma che dico, magari fossimo così anche noi esseri umani!

Però, siamo comunque fortunati: viviamo in un paese meraviglioso, in cui il terreno montuoso copre oltre il 35% dell’intera penisola.

E anche se lo sci alpino ci manca, e anche se siamo arrabbiati per questa stagione dimenticata, la montagna ci ricorda ogni giorno della fortuna che abbiamo ad abitare proprio qui.
Rispettiamola, proteggiamola, e soprattutto, divertiamoci.

Come si suol dire, “le montagne sono l’inizio e la fine di tutti gli scenari naturali”.

LEGGI ANCHE: Alpinismo e Arrampicata: le differenze – LessonBOOM Blog

Entra a far parte della Community LessonBOOM e trova il maestro su misura per te.
Registrati QUI

FONTI:
Le settimane bianche? Sono a nate a Madesimo – SportOutdoor24
100 anni fa la prima settimana bianca (touringclub.it)
Sci nordico – Wikipedia
Sci di fondo o sci alpinismo? Ecco dove praticarli in sicurezza – Il Sole 24 ORE
Sport invernali alternativi – Deposito 102
Ciaspolate Abetone. I tour con le Ciaspole di We Love Abetone – We Love Abetone
I nostri consigli per pedalare sulla neve in mountain bike e fat bike – Luxury Bike Hotels
Fat bike, cos’è e dove provarla sulla neve in Italia (touringclub.it)
Slittino (campigliodolomiti.it)
Trekking e nordic walking: le differenze – Piccole Dolomiti sport
Nordic Walking: cos’è, come si pratica e quali benefici (my-personaltrainer.it)